L’odore dell’autunno 

Lo sentite anche voi l’odore dell’autunno nell’aria? Io lo percepisco al mattino quando attraversiamo il parco vicino a casa per portare la piccola della famiglia a scuola. Sento l’odore della terra e quel sottile profumo di muschio. Raccolgo le prime foglie ingiallite che custodisco  dentro ai libri.

Ieri poi ho trovato i primi cachi dal verduriere! I cachi e le castagne sono l’autunno per eccellenza. Anche in casa i colori subiscono una trasformazione. Sul divano compaiono le prime coperte (ne ho cominciata una ai ferri da poco…), le candele accese profumano il soggiorno e il mio studio (la mia candela profuma di cannella e agrumi e si chiama Serendipity).

Il cesto della frutta si tinge del rosso e del giallo delle mele,  dell’arancione dei cachi, aspetto l’arrivo delle prime noci e tutto proprio tutto prende forma, anche in casa si ha questo rito di passaggio da estate ad autunno.

La trasformazione avviene anche in me. Ritorno a leggere assiduamente i libri lasciati sugli scaffali, comincio a fare torte e qualche volta il pane, arrivano gli amici a cena al sabato sera e chiacchieriamo delle vacanze passate, di quanto siano state belle e anche un po’ avventurose, mentre i nostri bambini giocano felici come quando erano in riva al mare.

Ho voglia di casa, mai come quest’anno ho voglia di casa e ho voglia di trascorrere il mio tempo con gli amici che mi fanno sentire bene.

Anche gli amici sono famiglia.

Piera