L’Atelier

tavolino

In Atelier ho aggiunto qualche particolare per personalizzare la mia stanza-laboratorio. Avanzavamo questo tavolino di legno e gli ho trovato l’angolo perfetto nel mio bowindow perfetto. Ora questo è il mio piccolo angolo dove mi fermerò a leggere, a scrivere, a lavorare con l’uncinetto, fermando ogni tanto lo sguardo sul piccolo scorcio di Torino che le finestre alte e luminose mi permettono di vedere.

C’è sempre profumo di incenso in Atelier. Accendiamo un legnetto appena arriviamo, con gesto automatico, ci dirigiamo nelle nostre stanze creative e cominciamo a lavorare ai nostri progetti, Cecilia dipinge i suoi quadri e le sue borse, io ritaglio, batto, forgio i miei metalli.

C’è sempre la musica in Atelier, voci e note familiari che ci fanno dire ecco la giornata ha inizio.

C’è sempre una tazza di tè o di caffè per noi e per gli ospiti che passano a trovarci (devo dire sempre più numerosi). Vengono amici, poeti, pittori, scrittori, qualcuno si ferma a leggere, qualcun altro a scrivere. Quando qualcuno arriva non ha più voglia di andare via. Nei prossimi giorni verrà a trovarmi qualcuno che ho conosciuto sui social (Instagram soprattutto) e l’atmosfera è sempre più calda e accogliente, proprio come io e Cecilia volevamo.

Presto ci saranno novità. Ci sarà una mostra, ci saranno incontri di lettura, si potranno vedere e toccare con mano le mie creazioni.

State connessi.

Piera